Strumenti per la verifica degli Scenari di Esposizione

Documentazione Allegata

locandina SDS&SE2018 8h.pdf


Seleziona l'attestato che desideri ricevere:


Data 28/11/2018
Luogo Milano
Codice Edizione C7593-2018
Ente erogatore AIAS ACADEMY
Prezzo di Listino (€) 320,00 IVA esclusa
Sconto soci AIAS SI
Prezzo per i soci AIAS (€) 256,00 IVA esclusa  (E' necessario essere in regola con il pagamento della quota annuale AIAS)
Company Advisor Simona Monti smonti@aiasacademy.it
Modalità di erogazione In Aula


Destinatari Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, ASPP, RSPP, RLS, Consulenti del lavoro, Consulenti d’Impresa, rappresentanti degli Organi di Vigilanza, Rappresentanti sindacali, Responsabili dell’immissione in commercio di prodotti chimici e materiali.
Durata del corso 8 ore più la verifica finale dell'apprendimento.
Analisi fabbisogno formativo

Il coinvolgimento dell’intera supply chain nell’identificazione degli utilizzi sicuri per ogni prodotto chimico in circolazione è una delle maggiori novità introdotte dal regolamento REACh, ma rappresenta tuttora un nodo critico. Tuttavia, il non saper comprendere gli obblighi e gli adempimenti connessi a questi passaggi può significare una forte penalizzazione per le imprese che utilizzano prodotti chimici nel proprio processo di lavoro.

Oggi infatti le schede di sicurezza, già ampliate nei contenuti, si arricchiscono anche di un corposo allegato con gli Scenari di Esposizione per la comunicazione degli utilizzi identificati, ovvero di quegli usi per i quali si ritiene siano disponibili misure idonee per il controllo adeguato del rischio. Si tratta di una documentazione aggiuntiva molto estesa e dal contenuto specialistico, che l’utilizzatore del prodotto ha l’obbligo di esaminare per comprendere se il proprio utilizzo possa rispondere ai migliori criteri di prevenzione individuati a monte, oppure se via sia necessità di adeguamenti tecnici, organizzativi o procedurali rispetto alla gestione del rischio chimico.

Data la complessità della materia, è utile poter fruire di riferimenti dedicati: alle Linee guida emesse dall’Agenzia europea si sono da poco affiancate delle checklist specifiche messe a punto dalla Regione Lombardia, destinate sia alle imprese che agli organi di controllo per la verifica degli Scenari e degli adempimenti correlati.

Il corso può essere utile per rispondere alle necessità di:

• essere aggiornati sulla recente e futura evoluzione normativa e sugli obblighi disposti

• considerare i nuovi orientamenti tecnici degli Organi di Vigilanza • saper rispondere alle richieste, esistenti e nuove, dei clienti

Verifica finale dell'apprendimento Verifiche intermedie durante lo svolgimendo del corso e verifica finale
Obiettivi didattici

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

• Individuare gli adempimenti necessari nei vari ruoli

• Affinare la comprensione delle SDS e delle e-SDS

• Individuare gli elementi per la verifica di conformità di SDS e Scenari di Esposizione • Effettuare il confronto tra il proprio Scenario e quello ricevuto

Contenuti del corso

• Presentazione del tutor ed indicazioni sull’attività della giornata di lavoro

• Presentazione del corso da parte del docente con gli obiettivi da raggiungere

• Refresh: le nuove SDS, obiettivi e contenuti minimi

• Scenari di Esposizione: cosa, come e perché

• Procedura di scaling e adempimenti correlati

• Linee guida della Regione Lombardia per la verifica di conformità degli Scenari di Esposizione

• Esercitazione pratica: verifica di uno Scenario

• Test finale e verifica di apprendimento

• Compilazione dei questionari (Customer Satisfaction) • Chiusura Corso e considerazioni finali sugli obiettivi raggiunti

Documentazione Saranno messe a disposizione specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso.
Attestati Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.
Metodologie didattiche La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.
Area di appartenenza Rischio Chimico
Tipologia EQF
Prevede prove pratiche NO
Prevede test finale SI
Docente del corso

Dott.ssa Giuseppina Paolantonio,

Opera dal 1995 come consulente tecnico e legislativo in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro e gestione ambientale, attività alla quale ha affiancato dal 2000 quella di docente. Assiste enti pubblici ed aziende nei percorsi di valutazione e gestione dei rischi occupazionali; collabora con organismi paritetici, studi di consulenza, società di formazione. Ha partecipato dal 2001 al 2003 al progetto OCCAM – OCcupational CAncer Monitoring – per l’individuazione dei fattori professionali di rischio cancerogeno e per la stesura di linee guida finalizzate alla prevenzione, svolto nell’ambito dei programmi di ricerca ISPESL presso l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano – Divisione di Epidemiologia.

Interviene in qualità di esperta con approfondimenti tecnico-legislativi su “ISL – Igiene e Sicurezza del Lavoro” IPSOA, “I Corsi” IPSOA, sul portale “Sistema Sicurezza Ambiente” Wolters Kluwer e sul portale 3M; è autrice del volume “Guida alla valutazione del rischio chimico” edito nel 2003 da Il Sole 24 Ore e coautrice di “TU Sicurezza del lavoro: la riforma 2009” edito nel 2009 da IPSOA. È curatrice della sezione “Agenti chimici” all’interno della banca dati Tutto Sicurezza e Ambiente IPSOA Wolters Kluwer, e della banca dati “Sostanze pericolose” di IPSOA Wolters Kluwer.



Seleziona l'attestato che desideri ricevere: