La prossima revisione della “direttiva cancerogeni” (4 ore)

Documentazione Allegata

locandina rev direttivaCM 4h.pdf


Seleziona l'attestato che desideri ricevere:

Data 25/10/2017
Luogo Milano - Via Gustavo Fara, 35
Codice Edizione C5876-2017
Ente erogatore AIAS ACADEMY
Prezzo di Listino (€) 200,00 IVA esclusa
Sconto soci AIAS SI
Prezzo per i soci AIAS (€) 160,00 IVA esclusa  (E' necessario essere in regola con il pagamento della quota annuale AIAS)
Tutor Simona Monti smonti@aiasacademy.it


Destinatari Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, ASPP, RSPP, RLS, Lavoratori nei processi interessati, Consulenti del lavoro, Consulenti d’Impresa, rappresentanti degli Organi di Vigilanza, Rappresentanti sindacali, Responsabili dell’immissione in commercio di prodotti chimici e materiali.
Durata del corso

4 ore più la verifica finale dell'apprendimento.


AGGIORNAMENTO VALIDO

• ASPP/RSPP ex art. 32 D.lgs. 81/08 per tutti i settori ATECO

• CSP/CSE

• Formatori Aziendali

Analisi fabbisogno formativo

Il 13 maggio scorso la Commissione Europea ha pubblicato il testo proposto per la revisione della direttiva n. 2004/37/CE sulla protezione da agenti cancerogeni nei luoghi di lavoro: da tempo attesa, la revisione lasciava scoperti numerosi nodi critici, compresa la mancata attenzione agli agenti reprotossici che sono divenuti una problematica espositiva rilevante nel panorama del rischio chimico. Lo scorso 28 febbraio la Commissione affari sociali del Parlamento europeo ha approvato con ampia maggioranza il testo con gli emendamenti migliorativi proposti dalle parti sociali: numerose sono le novità inerenti la definizione di un nuovo ed aggiornato elenco di valori-limite di esposizione professionali per alcuni agenti cancerogeni e mutageni e l’inclusione degli agenti reprotossici, che vengono così avviati ad un percorso di valutazione particolarmente rigoroso, con obbligo di ricerca di sostituti e di documentazione dei livelli espositivi – come già avviene per cancerogeni e mutageni. La prossima discussione alla plenaria del Parlamento europeo è fissata in aprile.


Il corso può essere utile per rispondere alle necessità di:

• essere aggiornati sulla recente evoluzione normativa e sui trend di innovazione in corso

• saper rispondere alle richieste, esistenti e nuove, dei clienti

• predisporre per tempo gli aggiornamenti necessari al DVR

• orientare l’eventuale richiesta di sostituti agli agenti chimici più pericolosi

Verifica finale dell'apprendimento Verifiche intermedie durante lo svolgimendo del corso e verifica finale.
Obiettivi didattici

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

• Individuare gli ambiti di lavoro che ricadono nelle previsioni della nuova normativa

• Conoscere gli obblighi di legge applicabili

• Individuare gli adempimenti necessari per i vari ruoli

• Rilevare i determinanti di danno ed esposizione

• Individuare le priorità di sostituzione di agenti chimici pericolosi in uso nei cicli produttivi • Pianificare un protocollo gestionale, in coordinamento con gli altri soggetti della prevenzione

Contenuti del corso

• Presentazione del tutor ed indicazioni sull’attività della giornata di lavoro

• Presentazione del corso da parte del docente con gli obiettivi da raggiungere

• Agenti chimici di particolare preoccupazione: inquadramento storico ed evoluzione normativa

• Agenti tossici per il ciclo riproduttivo: meccanismi di azione, determinanti di danno; diffusione nei processi di lavoro

• Novità attese nella VDR a norma del Titolo IX Testo Unico e nella gestione del rischio

• Discussione dei nuovi/aggiornati valori limite di esposizione professionale nella panoramica europea ed internazionale

Documentazione Saranno distribuite specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso. Il materiale didattico sarà fornito in formato .pdf su piattaforma AIAS ACADEMY.
Attestati Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.
Metodologie didattiche La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.
Area di appartenenza Rischio Chimico
Tipologia EQF
Prevede prove pratiche NO
Prevede test finale SI
Docente del corso

Dott.ssa Giuseppina Paolantonio

Opera dal 1995 come consulente tecnico e legislativo in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro e gestione ambientale, attività alla quale ha affiancato dal 2000 quella di docente.

Assiste enti pubblici ed aziende nei percorsi di valutazione e gestione dei rischi occupazionali; collabora con organismi paritetici, studi di consulenza, società di formazione. Ha partecipato dal 2001 al 2003 al progetto OCCAM – OCcupational CAncer Monitoring – per l’individuazione dei fattori professionali di rischio cancerogeno e per la stesura di linee guida finalizzate alla prevenzione, svolto nell’ambito dei programmi di ricerca ISPESL presso l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano – Divisione di Epidemiologia.

Interviene in qualità di esperta con approfondimenti tecnico-legislativi su “ISL – Igiene e Sicurezza del Lavoro” IPSOA, “I Corsi” IPSOA, sul portale “Sistema Ambiente e Sicurezza” e sul portale 3M; è autrice del volume “Guida alla valutazione del rischio chimico” edito nel 2003 da Il Sole 24 Ore e coautrice di “TU Sicurezza del lavoro: la riforma 2009” edito nel 2009 da IPSOA. È curatrice della sezione “Agenti chimici” all’interno della banca dati Tutto Sicurezza e Ambiente IPSOA, e della banca dati Sostanze pericolose di IPSOA.



Seleziona l'attestato che desideri ricevere: