Gestire le restrizioni REACh in azienda

Documentazione Allegata

  Brochure restrizioni REACh.pdf


Seleziona l'attestato che desideri ricevere:


Data 20/07/2022
Luogo Videoconferenza
Codice Edizione AU12381-2022
Ente erogatore AIAS ACADEMY
Prezzo di Listino (€) 250,00 IVA esclusa
Sconto soci AIAS SI (20%)
Prezzo per i soci AIAS (€) 200,00 IVA esclusa  (in regola con il pagamento della quota annuale AIAS)
Tutor LAURA QUARTA lquarta@aiasacademy.it
Modalità di erogazione Piattaforma Webinar


Crediti Formativi

N. 6 aggiornamento RSPP/ASPP, RLS, Formatori, CSP/CSE, Dirigenti, Preposti, Lavoratori

Destinatari

Il corso è rivolto a Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, RSPP, ASPP, RLS, Lavoratori, Consulenti del lavoro o d’Impresa, personale degli Organi di Vigilanza, Rappresentanti sindacali

Durata del corso

6 ore (dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle 17.00)

Analisi fabbisogno formativo

Il regolamento REACh ha introdotto diversi strumenti di gestione del rischio chimico, mentre altri già esistenti sono stati rinnovati. Uno di questi è la restrizione, un provvedimento storicamente presente nell’impianto normativo europeo, rivolto a limitare o vietare del tutto la presenza di determinate sostanze pericolose all’interno di prodotti destinati a particolari usi o fasce di popolazione (es. bambini, anziani, gestanti, ecc.) o in particolari processi di lavoro (es. processi particolarmente dispersivi). La restrizione si rivolge quindi ai prodotti chimici immessi in commercio o agli articoli che possono contenere e rilasciare le sostanze soggette a restrizione. Più recentemente, le restrizioni contenute nell’allegato XVII del REACh si sono rivolte anche alla regolamentazione dei processi direttamente coinvolti con determinati prodotti chimici. L’esistenza di restrizioni specifiche vigenti deve anche essere comunicata dal fornitore di un prodotto chimico attraverso la sezione 15 della scheda di sicurezza.

Conoscere le restrizioni, la loro evoluzione e le condizioni che le regolamentano diventa sempre più cruciale per le aziende coinvolte nella fabbricazione, importazione o commercializzazione di materiali e articoli.

Obiettivi didattici

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di:

  • Individuare le restrizioni REACh (sostanze, prodotti o processi) applicabili al contesto di intervento
  • Analizzare le possibilità esistenti (adeguamento o ricerca di alternative)
  • Individuare le azioni necessarie al rispetto delle restrizioni pertinenti
  • Attuare i corretti flussi informativi per la gestione delle restrizioni applicabili
  • Documentare il processo e le future revisioni
Prerequisiti
Contenuti del corso
  • Aspetti introduttivi: le sostanze SVHC; lo strumento delle restrizioni nel REACh; differenze con l’autorizzazione all’uso
  • Panoramica delle attuali restrizioni (allegato XVII REACh)
  • Analisi e discussione di alcune restrizioni in vigore
  • Le nuove restrizioni: dal controllo dei rischi sul prodotto alla gestione del processo; le restrizioni nn. 71 e 74
  • Elementi metodologici per l’identificazione delle restrizioni applicabili e l’analisi delle condizioni per l’adeguamento del prodotto o del processo
  • Ricerca di alternative di prodotto o di processo
  • Flussi informativi necessari in azienda
  • Vigilanza e sanzioni
Modalità didattiche La metodologia didattica è studiata per favorire lo stile di apprendimento dei partecipanti. Saranno quindi adottate metodologie improntate sulla teoria dell’apprendimento degli adulti come: Lezione esemplificativa ed interattiva, Discussione di casi, Lavori di gruppo, Esercitazioni, Filmati, ecc.
Materiale Didattico Saranno messe a disposizione specifiche dispense fuori commercio sulle tematiche del corso.
Verifica finale dell'apprendimento E' prevista la verifica finale dell'apprendimento
Attestati Gli attestati nominali saranno rilasciati a seguito della frequenza completa del corso (sono permesse assenze solo per il 10% del monte ore totale) e a seguito del superamento del test di verifica dell’apprendimento.
Docente del corso

Dott.ssa Giuseppina Paolantonio,

Opera dal 1995 come consulente tecnico e legislativo in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro e gestione ambientale, attività alla quale ha affiancato dal 2000 quella di docente. Assiste enti pubblici ed aziende nei percorsi di valutazione e gestione dei rischi occupazionali; collabora con organismi paritetici, studi di consulenza, società di formazione. Ha partecipato dal 2001 al 2003 al progetto OCCAM – OCcupational CAncer Monitoring – per l’individuazione dei fattori professionali di rischio cancerogeno e per la stesura di linee guida finalizzate alla prevenzione, svolto nell’ambito dei programmi di ricerca ISPESL presso l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano – Divisione di Epidemiologia.

Interviene in qualità di esperta con approfondimenti tecnico-legislativi su “ISL – Igiene e Sicurezza del Lavoro” IPSOA, “I Corsi” IPSOA, sul portale “Sistema Sicurezza Ambiente” Wolters Kluwer e sul portale 3M; è autrice del volume “Guida alla valutazione del rischio chimico” edito nel 2003 da Il Sole 24 Ore e coautrice di “TU Sicurezza del lavoro: la riforma 2009” edito nel 2009 da IPSOA. È curatrice della sezione “Agenti chimici” all’interno della banca dati Tutto Sicurezza e Ambiente IPSOA Wolters Kluwer, e della banca dati “Sostanze pericolose” di IPSOA Wolters Kluwer.

Certificazione AIASCert


Seleziona l'attestato che desideri ricevere: